counseling e coaching a treviso. diario della quotidianità di una professionista nella relazione d'aiuto.

l\’Attesa

– Cliccare sul filmato qui sopra e selezionare “l’Attesa” –

Stavo proprio pensando all’articolo da scrivere questa settimana, e come per magia mi arriva questa sorpresa… Gabriella che mi manda questo filmato. Non posso non dirvi che Gabriella è mia sorella maggiore, e non posso non chiedermi dunque da dove arrivi in certi momenti la forza di cui ho bisogno. Ho un esempio davanti a me, e credo che questo esempio sia scritto nel nostro DNA.

 

La vita è un dono. La vita è attesa. La vita è cambiamento. La vita è accettazione. Potrei andare avanti all’infinito…

 

Cosa è per me la vita? Come Gabriella ho dovuto affrontare momenti difficili, ma come direbbe Vasco… io sono ancora qui!

E questo io sono ancora qui quasi mi costringe a dare il meglio sempre, a render grazie, ad impegnarmi ogni giorno per dare alla mia vita il significato che desidero. A lasciare un segno. Un segno che hanno lasciato prima di me altre persone, ma diverso perchè siamo unici nell’Universo. E poi… chi è il counselor in famiglia? Di nuovo mi dico che il cammino che ho intrapreso con il mio lavoro è quello giusto: aiutare il prossimo, dipanare dubbi e recuperare le risorse racchiuse dentro di noi.

 

Il mio augurio è che ognuno di noi possa trovare la strada… quella che porta il nostro nome, quella che ci permetterà di lasciare quel segno indelebile nelle persone che incontriamo. So che Gabriella è già su quella strada, così anche Mario.

Li guardo da qui e penso che prima o dopo troverò anche la mia.

 


Ricevi sempre i nuovi articoli

FacebookWhatsAppGoogle+TwitterCondividi

2 commenti

  1. 21 maggio 2011    

    Vedi…… quello che facciamo , io e mario, non è particolarmente difficile o eroico. Nella vita accadono degli eventi che in qualche modo ti costringono a crescere, a riflettere a scegliere. Quando, poi, ti trovi ad affrontare momenti che a colpo d’occhio sembrano insopportabili o insuperabili è sufficiente ascoltare quello che si ha dentro, quello che la vita ci ha insegnato e nasce una forza che non sapevi di avere. Improvvisamente quello che stai vivendo è …….quasi “normale” e così riesci a continuare lungo la tua strada pronta ad affrontare altre difficoltà o magari altri momenti “magici”

LEGGI IL REPORT EFTWEBCAMP 2014

Scopri la mia storia, come ho intrapreso il cammino per realizzare me stessa

Tapping thanks day