counseling e coaching a treviso. diario della quotidianità di una professionista nella relazione d'aiuto.

foto dal sito http://www.associazioneprogettogenitori.com/

 

Lo so, lo so. E’ difficilissimo non averne. Leggiamo che non va bene, gli esperti ci invitano a farne a meno (qualcuno ci fa pure sentire in colpa), ma la verità è che dentro di noi c’è un pezzettino che ha fantasticato sul loro futuro da quando sono nati.

Sulla loro vita, piena di soddisfazioni, ricca di gioia, di soldi, di amore, di spensieratezza. E soprattutto di come noi avremo permesso tutto questo. Sì, noi genitori modello, superman, batman, spiderman… qualunque cosa pur di rendere tutto ciò realtà. Spianare la strada, buttarsi per salvarli ogni volta che serve, entrare tra le fiamme e uscirne vincitori (scusate, mi sono fatta prendere da uno dei miei film…).

Ma dentro di noi lo sappiamo che non è così. Sappiamo che devono sbucciarsi le ginocchia, vivere delle delusioni, arrabbiarsi, piangere. Anche noi siamo diventati ciò che siamo così.

Quindi, o continui a farti i film o li lasci andare e permetti che siano loro, i tuoi piccoli, a programmare la loro vita. Eh già, da soli. E tu in un angolo.

Ascolta la traccia del giro di eft giornaliero e poi fammi sapere se preferisci continuare con i film, o se decidi di guardarli solo al cinema.

 

 

FacebookWhatsAppGoogle+TwitterCondividi

Nessun commento ancora

Cosa ne pensi?

LEGGI IL REPORT EFTWEBCAMP 2014

Scopri la mia storia, come ho intrapreso il cammino per realizzare me stessa

Tapping thanks day