counseling e coaching a treviso. diario della quotidianità di una professionista nella relazione d'aiuto.

Perchè??? Io so benissimo cosa è meglio per te. Non vedi? Non capisci?

Ti è mai successo? O sei quello che consiglia, o sei il consigliato. In entrambi i casi è una bella fregatura. La tua amica ti dice come dovresti fare e tu sei combattuta perchè ti sembra che non sia la soluzione migliore per te, ma sai che per certo la tua amica se la prenderà se non farai come lei ti ha detto. Quindi già ti trovi a prendere una decisione per quella questione in particolare, e in più ti devi preoccupare di non ferire la vostra relazione.

Oppure tu sei quella che consiglia e la tua amica proprio non ti ascolta. Sembra che lo faccia apposta: prima ti chiede consiglio (o sei tu che glielo vuoi dare?) e poi fa come cavolo le pare. Uffa!. E se fai parte di questo schieramento, potrebbe servirti l’audio di eftgiornaliero dal titolo EFT e gli altri che non fanno come dico io”.

E se ho usato il femminile è perchè sappiamo che gli uomini non chiedono, giusto? Siete proprio sicuri…

Ok. Partiamo da un concetto basilare? In verità nessuno sa meglio di noi stessi cosa è meglio per noi stessi. Sì, è un gioco di parole, ma si capisce, vero?

E poi, vogliamo parlare del fatto che se anche dovesse sbagliare, la tua amica, sarà solo esperienza? Avrà magari capito qualcosa in più di se stessa.

Dai, lasciamo stare la perfezione, le scelte perfette, il mondo perfetto… sono tutte cose che non esistono. Esistiamo noi e ciò che è meglio per noi in quel momento. Che potrebbe benissimo essere diverso in un altro momento.

E allora, dai, un po’ di leggerezza sulle scelte, proviamo, tentiamo. Nessuna scelta è per sempre. Tutto è esperienza.

Occupiamoci di vivere e sperimentare. Oggi. Adesso.

FacebookWhatsAppGoogle+TwitterCondividi

Nessun commento ancora

Cosa ne pensi?

LEGGI IL REPORT EFTWEBCAMP 2014

Scopri la mia storia, come ho intrapreso il cammino per realizzare me stessa

Tapping thanks day